Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Scenari di mercato e urla di bambini

Mi è successo davvero, e sono felice di raccontarlo. Dovevo intervistare il gestore di un fondo finanziario – per il mio “vero” lavoro, quello sul Sole 24 Ore cartaceo -  e quando l’ho rintracciato credevo fosse in vacanza (era raggiungibile sul cellulare). Invece durante la conversazione ho sentito un inconfondibile sottofondo, che ben conosco. Quello di bambini, che sono a casa, felici che un genitore sia lì e quindi incuranti che quest’ultimo sia in altro affare indaffarato. Ho sentito un momento d’imbarazzo, un silenzio. Quasi che si dovesse vergognare di fare il papà e di essere a casa un venerdì pomeriggio alle 15. Ma l’ho rassicurato subito: lei è una best-practice di condivisione dei ruoli, un ottimo esempio di come anche i papà, se le mogli sono impegnate, possono curarsi dei fili, senza peraltro rinunciare al “business as usual”. A quel punto si è lasciato andare, quasi soddisfatto, ed ha ammesso che oggi toccava a lui, perché la mamma era impegnata in ufficio. Insomma, l’intervista è andata benone ma ho raccolto molto di più di quello che mi aspettavo!