Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Pubblico e privato co-finanziano la flessibilità

A volte l'eccellenza e l'innovazione nascono da un confronto costruttivo. Come in Puglia, dove nel Piano Straordinario per il Lavoro è stata inserito in via sperimentale un Fondo co-finanziato pubblico-privato per supportare la flessibilità del lavoro. I fondi sono costituiti presso gli Enti Bilaterali pugliesi e gli Ordini professionali che aderiscono all’iniziativa per integrare, anche a livello di contrattazione collettiva decentrata, le misure già previste dalla legislazione e dalla contrattazione quali, per esempio, i congedi parentali, i congedi per i diversamente abili, il part-time e la relativa opzione per il versamento della contribuzione previdenziale volontaria. La Regione Puglia ha investito su questa misura 1 milione e 5000mila euro mentre ciascun Ente Bilaterale e Ordine Professionale 50mila euro. Fino a oggi quattro Organizzazioni, tre Enti bilaterali e l’Ordine degli Avvocati di Bari stanno sperimentando tale misura. Un esempio concreto di welfare integrativo di tipo sistemico ed organico, da studiare e replicare! Qui una sintesi delle iniziative in Puglia