Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Solo 25% degli italiani ritiene “buone” le proprie condizioni di lavoro

40% SENZA FLESSIBILITA'
Solo un italiano su quattro (25%) ritiene “buone” le proprie condizioni di lavoro, contro una media europea del 53%. Un vero e proprio dis-innamoramento per l’attività professionale quello fotografato dall'ultima indagine Eurobarometro e che dipende almeno in parte dalla difficoltà – denunciata dal 30% degli intervistati – di trovare un equilibrio tra vita professionale e privata, un dato più marcato rispetto al resto d’Europa (media del 25%). Ma in tutto il Vecchio Continente gli orari di lavoro allungati, i turni e l’impossibilità di concordare forme di flessibilità che uniscano bisogni aziendali e personali sono snodi critici: per circa la metà dei lavoratori europei (40%, in base al campione intervistato) quest’opzione semplicemente non esiste. E – molto interessante – anche dove c’è manca la cultura aziendale per renderla efficace e non viene usata per paura che danneggi la propria carriera (5%) o impatti negativamente sul proprio salario (9%), mentre un altro 19% coniuga timori più generali sul priprio lavoro. Interessante. Questo il focus per l'Italia:  Download EU EUROBAROMETRO ITALIA