Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il 20% delle donne dopo il primo figlio “molla”?

L’amara realtà documentata da Eurostat e Isfol

Diapositiva1_14
Meno di una donna su due in Italia lavora , una cifra ancora molto lontana dagli obiettivi europei di Lisbona (occupazione al 60% entro il 2010).

Diapositiva2_10
In Lombardia, una donna su cinque (20%) dopo il primo figlio “molla” il lavoro. L’Isfol ha tracciato "la geografia delle rinunce": per ogni ergione è illustrata la percentuale di donne che lavoravano prima della nascita del figlio e non lavorano più dopo.

Diapositiva3_8
In effetti nel nostro Paese solo una donna su quattro riesce ad ottenere un part-time. Eurostat ha scattato un fotografia della rilevanza (in %) delle forme flessibili di lavoro sul totale dei lavoratori in Europa. L’Italia è tra i paesi più tradizionalisti, o forse sarebbe meglio dire più "immobili".