Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

C’è un progetto italiano “più donne nei Cda”?

C’ è allo studio un progetto per introdurre anche in Italia un codice di comportamento per i Consigli di amministrazione delle società quotate simile a quello norvegese (soglia minina femminile del 44,6% nei Cda). "Il soffitto di vetro nei Cda italiani per le donne è il peggiore in assoluto – spiega Roger Abravanel, ex McKinsey e ora consigliere di amministrazione di varie aziende e advisor di fondi Private Equity, nonché autore di “Meritocrazia” (2008, edito da Garzanti) – e ridurlo è interesse delle imprese, non delle donne, perché abbondanti ricerche dimostrano che imprese con leadership anche femminile crescono e guadagnano di più”.

Così proprio in questi giorni – insieme a Rosalba Casiraghi (presidentessa di Ned Community, l'associazione dei consiglieri d'amministrazione indipendenti) ha incontrato Massimo Capuano di Borsa Italiana, che "si è detto disponibile ad avviare un gruppo di lavoro per valutare la possibilità di modificare il codice di autodisciplina delle aziende quotate prima delle assemblee del 2009".

“Massimo Capuano – spiega Abravanel  nel suo blog – ha capito benissimo ciò che sostengo in Meritocrazia: avere più donne eccellenti nei CdA italiani è un bene per la governance delle imprese italiane, non per le donne”.

All'inizio non è stato facile portare avanti questa proposta, ammette l’autore del libro che afferma di aver trovato numerosi oppositori, tra i quali proprio molte donne italiane eccellenti, “essenzialmente perché le donne migliori non amano l'idea di avere una spintarella per progredire". Con il passare del tempo però la proposta ha cominciato a trovare dei "campioni", o meglio "campionesse" (come Rosalba Casiraghi e Anna Puccio, presente in molti CdA italiani). Si è capito – spiega ancora Abravanel  nel suo blog – che un'"azione positiva" offre un aiuto temporaneo per vincere le barriere culturali che oggi rendono impossibile aumentare quel misero 3 per cento di donne presenti nei CdA delle imprese italiane quotate

Qui trovate il suo intervento integrale sulle azioni positive per valorizzare le migliori donne, una delle quattro proposte concrete per promuovere la meritocrazia in Italia contenute nel libro  Scarica Azioni positive per valorizzare le migliori donne italiane