Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Le donne e la capacità di fare network

Secondo un’interessante ricerca fatta dall’European Professional Women’s Network le professioniste creano legami (network) in primo luogo per motivi personali o di interesse sociale solo secondariamente per creare una “rete” a livello lavorativo. Tra gli strumenti preferiti per tenersi in contatto soprattutto il telefono (chiamate e sms, dove si archiviano di medi 398 contatti) ma anche internet, come Linkedin o Pwn (178 contatti in media). La vecchia agenda sembra ormai desueta (95) mentre prende piede l’affiliazione a gruppi (sia virtuali, in rete, che d’incontro): in media una professionista partecipa in maniera attiva ad almeno due organizzazioni (2,18) e in maniera passiva ad un'altra (1,98). Spesso però l’approccio è “passivo” cioè si risponde a domande e quesiti, più che attivo, utilizzando il network per cercare risposte e nuove idee. 

Ecco la ricerca (in inglese) Scarica How_do_women_network_