Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In famiglia, il treno costa meno

Mentre in Italia se si dice “treni” si pensa da un lato all’inaugurazione dell’alta velocità e dall’altro al calvario quotidiano dei pendolari sui treni regionali, in Francia invece (dove il TGV è attivo già da un ventennio) si studia come venire incontro alle esigenze delle famiglie meno abbienti. In base ad un accordo con le SNCF (le nostre ferrovie dello Stato) le famiglie con uno o più figli sotto i 18 anni avranno diritto ad uno sconto tra il 25 e il 50% (in base al reddito) su tutti i treni con prenotazione obbligatoria, inclusi quindi anche quelli ad alta velocità. La carta per lo sconto verrà consegnata alle famiglie (con un costo amministrativo di 15 euro), sarà chiaramente nominale e avrà durata triennale. Ecco l'articolo dettagliato (da Le Monde)