Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Meno straordinari in ufficio e tra le mura domestiche

E’ stato appena pubblicato il secondo rapporto sulla qualità della vita in Europa di Eurofound. Nel capitolo che riguarda l’equilibrio tra vita professionale e privata c’è la conferma che le donne continuano a spendere circa il doppio del tempo degli uomini nell’educazione dei figli – trenta contro diciotto ore settimanali – e nelle faccende domestiche – sedici contro otto ore – e questi dati si riferiscono ad un nucleo famigliare dove entrambi i genitori lavorano.

Cucina e lavori domestici
Vale a dire che l’occupazione femminile in realtà sarebbe molto più alta se si considerasse questo 50% in più di lavoro non retribuito tra le mura domestiche, una volta uscite dall’ufficio.

 “Invece che accettare il dualismo tra il lavoro maschile -  che è a tempo pieno e spesso con straordinari dovuti al ruolo di responsabilità ricoperto – e quello femminile, che invece è dove possibile part-time con le conseguenti rinunce professionali, bisognerebbe – si legge nel rapporto – promuovere e sviluppare altre forme di conciliazione dei tempi. Come per esempio un maggior coinvolgimento dei padri nella cura dei figli – con permessi dedicati solo a loro (congedo papà) – e un maggior equilibrio nella vita professionale e salariale tra madri e padri. Un miglior utilizzo dei tempi – meno straordinari al lavoro per lui, meno straordinari in casa per lei- permetterebbero di rivedere lo stereotipo del maschio “breadwinner” (letteralmente cacciatore di cibo, ma in realtà è la figura maschile pater familiare che mantiene tutto il nucleo famigliare) e di offrire più opportunità di carriere anche alle mamme. Questo il rapporto per intero Scarica Eurofound Second European Quality of Life Survey