Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La Francia inventa un “terzo” asilo, tra nido e materna

Un milione di posti al nido e 2,4 milioni di bambini sotto i tre anni. Il Governo francese risponde alla carenza dei nidi creando un altro tipo di strutture, i “jardins d’éveil” letteralmente “i giardini del risveglio” . Cioè  asili per bambini troppo cresciuti per il nido e in attesa di entrare alla materna, dove stimolare e sviluppare le capacità d’apprendimento e di crescita in una fase così delicata per il proprio figlio. Ma anche per la madre che deve conciliare casa e ufficio. Il primo dovrebbe essere inaugurato in autunno e il budget per i primi 8mila posti è già stato previsto nel bilancio della Caisse nationale des allocations familiales (CNAF). L’obiettivo dichiarato di Nadine Morano, Segretario di Stato per la Famiglia, è di creare 200mila posti entro il 2012 e il contributo famigliare sarà calibrato in base al reddito. In Italia abbiamo per ora ovviato al problema con la figura dei “morettini” ovvero degli anticipatari, che però restano sempre in coda o in lista d’attesa alla materna e vengono presi solo dopo aver inserito tutti i bambini con tre anni compiuti. Io sono per altro vittima, in quanto mamma, di questo sistema perché l’anno scorso a Milano sono stati cancellati e mia figlia è stata “retrocessa” alla materna. Il che non significa solo 450 euro al mese al posto di 45 di mensa, ma anche interminabili attese e negoziazioni per farle assegnare un posto (quelli alla materna sono molto di meno) vicino a quello del fratello grande. Che ne pensate dell’idea francese

Questo l'articolo di Le Monde a riguardo