Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Congedo paterno

Un congedo di paternità obbligatorio di 4 giorni continuativi, dalla nascita del figlio. Co questa proposta di legge – che modifica e integra il decreto legislativo 26 marzo 2001, n.151. – la parlamentare Alessia Mosca (Pd) vuole riportare l'attenzione sull'importanza della condivisione dei ruoli in famiglia, che è un elemento fondamentale anche per la conciliazione tra vita familiare e lavorativa della mamma. "E' un primo passo" mi ha spiegato lei stessa con molto entusiasmo ma anche realismo, "ma serve a riportare  l'attenzione su un tema fondamentale. E lo fa in modo semplice e concreto, partendo da un progetto che spero sia condiviso in maniera trasversale".  E se è più difficile mettere d'accordo tutti – soprattutto in questa fase economica – sull'ipotesi di  elevare dall’80 al 100 % della normale retribuzione l’indennità giornaliera spettante delle mamme in maternità, l'idea di estendere di ulteriori 15 giorni il congedo parentale di maternità qualora sia il padre a decidere di usufruirne (pagato al 100 %) potrebbe trovare maggiori consensi. Anche perché ormai non è difficile trovare padri che – anche a discapito di qualche battuta – si sono presi un periodo di paternità. La deputata Mosca ha le idee chiare e conosce bene i problemi, perché nella sua proposta tocca un altro tasto delicato, quello della flessibilità al rientro: concedere – si legge -  al padre lavoratore e alla madre lavoratrice, il diritto di congedo parentale orizzontale, da un minimo di 1 giorno a un massimo di 3 giorni lavorativi a settimana, nei primi 3 anni di vita del bambino (fornendo certificato di nascita). Non posso che sottoscrivere e far conoscere, anche grazie al blog, l'impegno e la serietà di alcune giovani parlamentari, come Alessia (a prescindere dall'appartenenza politica). 

Questo il suo programma espresso in un articolo: Scarica Daddy days

  • giuliana |

    quattro giorni mi sembrano il minimo sindacale, ma capisco che per il momento non si possa fare di più. spero che sia solo l’inizio della costruzione di un reale equilibrio dei ruoli all’interno della famiglia. grazie della segnalazione

  Post Precedente
Post Successivo