Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

…e quelle che sono fiere di essere mamme al lavoro

Licia renzulli europarlamento con bebe
E poi, ricollegandomi al post di ieri dedicato alle "uome" – quelle che per riuscire nel lavoro accettano un modello tutto al maschile, fatto di orari lunghi, di presenzialismo, di abnegazione della vita privata (anche se gli stessi uomini lo stanno mettendo in discussione!)  -  ci sono quelle come Licia Ronzulli, europarlamentare (Pdl) che ha partecipato ad una seduta in Parlamento con figlio neonato nel marsupio. Un gesto che vale più di mille parole, per dimostrare che la conciliazione sì è un problema, ma che ci si può attrezzare. Per dimostrare che essere mamma non toglie nulla all'essere una brava professionista. Poche parole – ma molto incisive – le aveva usate anche Stefania Brancaccio, cavaliere del lavoro e alla guida della Colmo, azienda che produce gruppi elettrogeni: "la soluzione non è mascolinizzarsi". E infatti in questo blog ha raccontato come:  "Ho tre figli e non mi sono mai vergogna di essere donna e di avere i miei tempi. Per esempio ho portato i bambini in azienda qualche volta, nello stupore più generale dei dipendenti. Ed è proprio questo l’errore nel quale sono incorse le donne: hanno chiesto e ottenuto, negli anni del femminismo, il loro riscatto, ma poi non hanno più lavorato per le altre, anzi c’è stato un tutti contro tutti. Ma mascolinizzarsi non è la ricetta giusta per avere successo"