Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Un Paese senza donne

Puntata interessante ieri sera, su Rai3, quella del programma Presa Diretta. Una puntata – è un unicum nella televisione italiana, in prima serata – tutta dedicata all'occupazione femminile e materna in Italia. Numeri, storie per documentare un ritardo che è culturalmente imbarazzante e economicamente inefficiente Peccato che oltre alle dovute denunce non sia stata documentata anche la fatica e la passione di molte donne e mamme  – molte di voi!  – che nonostante tutto non si arrendono. Capaci di reinventarsi, di trasformare una sconfitta professionale in una nuova opportunità, una difficoltà in un'occasione di crescita, una denuncia in una proposta senza mai cedere alla facile tentazione di recriminare e piangersi addosso.


Avrei voluto che si parlasse della proposta della deputata Alessia Mosca per la paternità obbligatoria, dell'iniziativa "Ready for Board Women" di Monica Pesce, solo per fare qualche esempio. E anche dei molti blog in rete che mostrano donne spiritose, pensanti, proattive. Perché – per buttarla sul ridere – non siamo come ci disegnano in televisione, belle e stupide. E non siamo neanche vittime passive e sperdute, "poverine" come forse trapelava a tratti dalla trasmissione. Pian piano – per fortuna, nel mondo di tutti i giorni – le cose stanno cambiando.
Comunque da vedere, a questo indirizzo

  • sandra burchi |

    sì, bella trasmissione. mi colpiva veder trattare in tv di quegli argomenti. per me, che me ne occupo per lavoro e per politica, è stato un po’ straniante. non sono più abituata a una televisione che “mi riguarda”. bravo iacona, bravo da sempre.

  • Marcella |

    Sarebbe stato bello vedere anche l’iniziativa di Serena e Silvia di genitoricrescono.com, sostenuta anche da Donne Pensanti del CV di mamma e papà, in cui ribaltiamo lo stereotipo dell’assenza per maternità in un’esperienza che ci procura nuove competenze spendibili sul lavoro. Perchè molte donne non vogliono andare in Norvegia, vogliono portare la Norvegia qui.

  Post Precedente
Post Successivo