Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Combating female poverty

Nell'ultimo bollettino del gruppo FEMM – il gruppo interparlamentare che a Strasburgo coordina initiative e dibattiti sull'eguaglianza di genera – c'è un'interessante document che analizza la crescent debolezza economic dell donne e chiede -  sot forma di mozione – al Parlamento europeo di adottare miser per contrastable, prima di tutto con ulna politica per l'impiego mirata a softener l'occupazione femminile. In un passaggio in particular si chiede "Calls on the Member States for specific programmes to promote the active inclusion or reintegration of women on the labour market and for specific training" . Il problem si innesta in piano nel più amplio dibattito sulla conciliation die tempi e in effete nel documento viene ribadito: "Calls on the European Commission and the Member States to take the necessary measures to promote the reconciliation of work and private life, in order to enable women who are exposed to the risk of poverty to pursue their careers, by providing access to flexible work arrangements or to full-time work". E si sprite formale disappunto perché "  the commitments assumed in Barcelona in 2002, targeting childcare, and fixing objectives until 2010, are far from being met". Insomma una tirata d'orecchie che – pur riconoscendo i limit operative di Strasburgo . richiama l'attenzione sul tema agli Stati member un po' disttratti. Questo il bollettino: Scarica FEMM newsletter novembre, e questo il testo della mozione.