Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In Italia la disoccupazione femminile cresce

Diapositiva1

In Italia in base agli ultimi dati Eurostat la disoccupazione femminile resta superiore alla media europea e, in controtendenza rispetto agli altri Paesi, è in aumento, come mostrano questi numeri tratti dall'ultimo bollettino (che potete trovare qui: Scarica EUROSTAT DISOCCUPAZIONE NOVEMBRE 2010 ) Certo è ancora più evidente il disastroso dato sulla disoccupazione giovanile che è aumentata di un punto secco in un mese, ed è di ben 7 punti percentuali superiore alla media europea. Una domanda sorge spontanea: che Paese è quello in cui giovani e donne – per antonomasia il futuro di un Paese – sono risorse sempre più inutilizzate, "escluse" dalla realtà produttiva?

  • avalotesvara |

    Anna ti ringrazio di censire questa situazione. Forse noi lettrici toccate dal tuo blog, siamo troppo demoralizzate per commentare i tuoi post. Io ti leggerò ancora più assiduamente.
    🙂

  • Silvia Miguidi |

    Coordino uno Sportello antiviolenza. Alle percentuali che Anna propone aggiungerei un’altra situazione altrettanto drammatica per le donne, strettamente connessa alla questione lavorativa. Stiamo infatti elaborando i dati in nostro possesso in merito ai casi di violenza nella nostra Provincia e ne faremo una pubblicazione in occasione dell’8 marzo: il nesso tra esposizione alla violenza e mancata autonomia economica delle vittime è di un’evidenza allarmante. Ed è la risposta alle spallucce di molti, del tipo “ma se quello la mena perché ci sta insieme da vent’anni? si vede che le conviene…”.

  Post Precedente
Post Successivo