Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Quando un’immagine aiuta un cambiamento culturale

 Bellissima pubblicità della Coca Cola. In Spagna, dove c'è una forte attenzione agli stereotipi di genere la multinazionale ha deciso di ripensare la propria campagna di comunicazione e di sostituire modelli (sia donne che uomini) accalorati, con maglietta bagnata e labbra carnose che sfiorano la mitica bottiglietta con tutt'altra cosa. Grazie alla consulenza di Nuria Chinchilla – esperta a livello internazionale di temi legati all'empowerment femminile – il gruppo ha reinventato la sua immagine: la bevanda serve a rendere migliori. Così se una mamma torna a casa dopo l'ennesimo colloquio andato male, suo figlio si beve una Coca Cola e l'aiuta a parlare del problema, aiuta il padre a capirla e alla fine va pure a parlare con l'ultimo capo del personale che l'ha incontrata e lo convince ad assumerla! Ecco cosa si può fare per innovare, quanto può servire un immagine per spingere un cambiamento culturale.

  • Mastik |

    provo a mettere da parte i pregiudizi che ho nei confronti dei marchi, la pubblicità in effetti è fatta molto bene. Tuttavia credo risponda ad una esigenza specifica, probabilmente vi era un problema, ho la sensazione ad esempio che venga bevuta, almeno in Europa, dove la classe colta fa caso alla dieta, dalle categorie meno elevate culturalmente. Credo serva ad insinuare l’idea che è introdotta anche in famiglie dove si fa attenzione alla dieta.

  Post Precedente
Post Successivo