Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Padri assenti come giudatori ubriachi: l’attacco del Premier Cameron

"I padri assenti vanno stigmatizzati, come i guidatori ubriachi". Così il premier David Cameron, nel giorno che inglesi e americani dedicano al papà, firma sulla prima pagina del conservatore Telegraph (questo l'articolo) un attacco ai padri in fuga dai toni poco concilianti: «La vergogna li sommerga» . Il premier riafferma che «la famiglia è la pietra angolare della società, la roccia sulla quale poggia la nostra vita». Una mossa opportunistica per riguadagnare consensi? Anche se fosse la provocazione è interessante e riporta sul ruolo e sulla figura del papà – sempre più partecipe e presente nella vita domestica – una riflessione strettamente legata all'occupazione femminile e della realizzazione delle mamme anche in ambito professionale. Sono due aspetti di un delicato equilibrio che è sempre più difficile da raggiungere, tra stereotipi duri a morire – come il bread winner, cioè il maschio procacciatore di cibo – e realtà lente a cambiare – la conciliazione è ancora per gran parte sulle spalle delle donne, e nel modo del lavoro è ancora un argomento percepito come disfunzionale e costoso.

Paternità come arma vincente quindi per guadagnare consensi e rimanere leader. Lo stesso  presidente Usa Barack Obama sabato scorso ha detto nel consueto video-messaggio settimanale di allenare la squadra di basket della figlia Sasha e ribadito la centralità della figura paterna mancata nella sua infanzia. Quando anche la maternità sarà uno strumento di leadership in positivo?