Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Feeling more like a super-mess than a Supermom it’s good for health

Conciliare è quasi impossibile? Ammetterlo aiuta quantomeno a migliorare la salute!  In uno studio  dall'emblematico titolo: "“Even Supermoms Get the Blues: Employment, Gender Attitudes and Depression,” l'American Sociological Association illustra come riconoscere le proprie difficoltà e i propri limiti aiuta, se non a superarli almeno a viverli meglio. Se è vero infatti che – in base alla ricerca – le mamme lavoratrici sono meno soggette a forme di depressione rispetto a quante scelgono di dedicarsi esclusivamente alla realizzazione "domestica", è altrettanto vero che non tutte quelle che corrono tra casa e ufficio sono realizzate. Anzi. Le donne che  cercano di   replicare il modello – giudicato impossibile – della super mamma che fa tutto bene ed è sempre al meglio in ogni ambito (professionale e privato)  sono decisamente più stressate e deboli rispetto alle colleghe che con ironia cercano di farlo, ben sapendo che non ci riusciranno. E questo aiuta da una parte a vivere meglio, dall'altra forse perfino ad avvicinare il traguardo. Offrendo anche un modello positivo, più "umano" di successo al femminile, anzi al mammesco.


“Women are sold a story that they can do it all, but most workplaces are still designed for employees without child-care responsibilities,” spiega Katrina Leupp, la ricercatrice che ha condotto l'analisi su 1600 donne quarantenni sposate con figli in tutti gli Stati Uniti.  "In reality, juggling home and work lives requires some sacrifice" ammette "such as cutting back on work hours and getting husbands to help more. You can happily combine child rearing and a career, if you’re willing to let some things slide".