Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Prima bacchetta, poi si commuove: doti femminili che rinforzano la leadership

Sottolineare il proprio disappunto, esprimere apertamente un momento di disagio senza perdere in autorevolezza. Questo è successo oggi al Ministro per il Lavoro e il Welfare – con delega alle Pari Opportunità – Elsa Fornero. Anzi, questi atteggiamenti, molto spontanei ed emotivi credo che non tolgano nulla alla sua leadrship ma mostrino un altro modo di interpretare il suo ruolo, più "vero" e non per questo meno serio ed efficace.

Questa mattina ricevendo i rappresentanti del Forum dei giovani, ha notato subito che su sei  delegati neanche una era una donna.  ''Come ministro delle pari opportunità – ha detto Fornero – devo sottolineare che se neanche i giovani hanno la consapevolezza che il contributo delle donne deve essere valorizzato non si va da nessuna parte'' , stigmatizzando poi tale atteggiamento come ''culturalmente sbagliato''.

E questa sera presentando in conferenza stampa  i provvedimenti del Governo sulle pensioni, ha trattenuto a stento le lacrime, mentre riferendosi al blocco della perequazione delle pensioni ha detto: " È un meccanismo lungo. E allora abbiamo dovuto, e ci è costato anche psicologicamente, chiedere un sacrificio". Il ministro non ha terminato  la frase, ma in suo soccorso è subito arrivato lo stesso Monti che, togliendola dall'imbarazzo, ha illustrato le misure previdenziali previste dalla manovra. Pochi minuti e la Fornero è ritornata padrona di sé e della materia, senza nulla togliere al suo lavoro ma anzi rendendocela un po' più simpatica.