Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Work life balance: innovative approaches at the regional level

Cosa unisce Milano e Barcellona? La voglia di sperimentare nuove soluzioni nel campo della conciliazione tra vita professionale e vita privata, puntando su un network territoriale tra istituzioni locali, realtà produttive e cittadini. Così al seminario del 25 gennaio scorso a Bruxelles "Work-life balance and reform of the welfare state: Innovative approaches and practices at regional level" l'assessore regionale alla Famiglia Giulio Boscagli ha illustrato l'esperienza lombarda della rete territoriale per la conciliazione, della quale ho già parlato in questo blog, più volte . L'ultima iniziativa in ordine di tempo è il voucher consulenza per le aziende che punta ad accompagnare le imprese nel cammino verso una migliore, e più profittevole, gestione dei tempi di vita e di lavoro. Simile, altrettanto interessante è l'esperienza spagnola presentata da Esther Sánchez, Segretario per il Lavoro e le Relazioni industriali del Governo Catalano: il Governo ha coinvolto 33 società – medio grandi imprese industriali, per un totale di oltre 4mila dipendenti – in un percorso di verifica dei loro bisogni di flessibilità sul lavoro, ma anche di "awareness" cioè di crescita culturale sul tema, presentando il quadro normativo di riferimento, le possibili misure e i casi di successo già sperimentati. Il risultato? La quasi totalità delle imprese che hanno aderito -scegliendo di implementare gli strumenti più ideerei alla propria realtà specifica – conferma un miglioramento nella produttività del dipendente (81%) e una riduzione significativa dell'assenteismo (85%) oltre ad una miglior gestione dei tempi (88%), che consente di evitare straordinari e orari di lavoro allungati inutilmente.Qui le due presentazioni: Scarica Seminario WLB Bruxelles Boscagli , Scarica Seminario WLB Bruxelles esperienza spagnola, questo invece il sito istituzionale del seminario


Le sperimentazioni territoriali pur non avendo il potere di intervenire a livello sistemico – con la leva fiscale, per esempio, o nella normativa dei congedi- offrono però  interessanti spunti su come si può agire in maniera mirata e concreta per fare la differenza.