Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Progetto Generazione, per assicurare la diversity

Un premio, Progetto GenerAzione, per diffondere la cultura di pari opportunità e della gender diversity, anche attraverso la valorizzazione e la condivisione delle buone pratiche esistenti. La sua particolarità, rispetto a molti altri, è che a promuoverlo è l'associazione nazionale delle assicurazioni. Un settore dove la parità rima con business, perché ormai il 46% del comparto è al femminile, corrispondente a 25mila donne – il 50% delle assunzioni nel settore hanno riguardato figure femminili (dati 2011) – e dove le donne dirigenti rappresentano circa il 13% del totale. Escluderle o non farle crescere sarebbe quindi uno spreco di risorse, come aveva già spiegato per il settore bancario Angelo Carletta di Unicredit. Ad aggiudicarsi il "podio" il gruppo Allianz che da tempo si impegna sul tema. Il progetto Diversity@Allianz – che comprende varie iniziative per contrastare ogni forma di discriminazione (di razza, sesso, orientamento sessuale, età) – sono state numerose le misure adottate per valorizzare i talenti femminili e sostenere lo sviluppo professionale delle donne in azienda, al fine di integrarle pienamente ad ogni livello di carriera, anche attraverso azioni concrete di conciliazione lavoro-famiglia. Come ha spiegato Letizia Barbi, responsabile sviluppo e gestione risorse umane di Allianz Italia

 "Abbiamo sviluppato misure di flessibilità particolarmente apprezzate dalle donne, dalle molteplici fasce orarie e di part-time alle strutture aziendali per l'infanzia, riservate ai figli dei dipendenti, ai servizi interni all'azienda cosiddetti time-saving come lavanderia o sportelli bancari, a molti altri strumenti Family Friendly."  Ma per le donne non c' solo la conciliazione, ma anche l'aspirazione di carriera e crescita professionale, e per questo dal 2003 Allianz ha varato il progetto "Risorsa Donna" con piani di sviluppo di carriera basati sulle competenze, mentre a dirigenti e funzionarie propone pillole di formazione di una o due ore su tematiche quali l'assertività, il networking e il self-branding. Un impegno che riflette la policy internazionale del gruppo: Allianz si è impegnata, entro il 2015, ad aumentare al 30% la quota femminile per le posizioni di vertice in Europa.