Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Closing the gender gap: act now!

Vademecum dell'Ocse sul "differenziale" di genere, accezione negativa di differenze che se non valorizzate diventano handicap con costi sociali ed economici. Il documento analizza come nasce (nell'educazione), come si sviluppa nel monde del lavoro e quali: questo il link. Dopo il rapporto di dicembre che richiamava l'importanza della condivisione dei carichi di cura in famiglia, un altro documento che evidenzia la complessità del tema e la necessità di avere una politica strutturale di medio-lungo termine integrata, che agisce su leve diverse.  Non solo i nidi quindi, non solo il riequilibrio dei compiti tra le mura domestiche - che sia fiscale (detassazione lavoro femminile) o culturale (paternità obbligatoria)  io preferisco opportunità a forzature – ma anche flessibilità positiva nel mercato del lavoro, per permettere di restarci e per supportare un ricollocamento dopo un gap lavorativo. E processi di empowerment al femminile a partire da una più attenta educazione a scuola – che eviti di perpetuare stereotipi ormai vetusti – fino a percorsi mirati di carriera in azienda. Perché le risorse le donne le hanno, ma devono avere la possibilità di scoprirle e sentirsi legittimate ad utilizzarle, con le proprie modalità. Che ne pensate?